Ecco come la mentalità deve pervadere l' impresa.

E così la mentalità di una azienda è destinata a partire dalla cima, creata dal imprenditore, per poi diffondersi a tutti i livelli. Tanto più essa contagerà le menti di tutti i collaboratori, tanto più l’ azienda sarà destinata al successo, sempre, ovviamente, che l’ idea sia di per sé vincente, il che al giorno d’ oggi è tutt’altro che scontato.

Poi però ci si accorge tutti i giorni che la differenza tra una idea vincente e l’ operatività quotidiana è disarmante. Le speranze di una mentalità di trasformarsi in operatività, sono molteplici. Ci sono incomprensioni, differenze, obiettivi, e soprattutto ci sono le persone, con il proprio carico di personalità, di ideali ed anche di problemi.

..i problemi…

Quante volte nella mia vita ho affrontato dei problemi… ed ogni volta che ne affrontavo uno ho sempre cercato di chiarire un tema che per me è fondamentale, e che coinvolge tutti, ad ogni livello.

Nella scala gerarchica aziendale i problemi devono salire.

È un concetto semplice, ma vitale… ‘Avete un problema?’

Andate dal vostro diretto responsabile, che in parole povere è il viso racchiuso nella foto sopra di voi, ed evidenziate il problema. Semplice, facile, diretto. Qualsiasi bisogno deve confluire solo ed esclusivamente al proprio caposquadra.

I problemi

Lasciate salire i problemi...

Non avete idea di quante volte ho visto collaboratori chiedere aiuto a colleghi di altri reparti. Ho visto responsabili cercare i propri colleghi, che a loro volta stavano cercando aiuto da altri. Ho visto persone lavorare per “sentito dire” più che per il “me lo da detto il mio responsabile” ed ho visto manager cadere dalle nuvole quando invece dovevano sapere tutto di cosa succedeva sotto i loro piedi.

Io credo che i problemi in un organigramma debbano sempre salire in modo che manager e responsabili abbiamo la reale sensazione delle difficoltà quotidiane. Solo così possono capire la situazione dei propri collaboratori.

Il problema di molte aziende sta proprio nella divisione tra i vari reparti e nel fatto che, ogni collaboratore, tenda sempre a guardare solo il proprio orticello. Questo è uno dei più grandi problemi delle PMI italiane.

Così si creeranno i Leader.

Se invece in una azienda le risorse convergono tutte nella stessa persona ecco crearsi in ogni impresa tanti piccoli team, tanti piccoli gruppi, nei quali il responsabile, non funge solo da operativo, ma soprattutto da Leader.

Avere tanti leader significa delegare la responsabilità, fino ad alleggerire il carico dell’ imprenditore. Le aziende fanno fatica a crescere perché spesso il titolare è sommerso dai pensieri quotidiani, e non ha tempo di “guardare avanti”, che sarebbe solo ciò che prevede il proprio ruolo.

Creando invece un sistema condiviso di delega delle mansioni, e definendo bene i ruoli, ecco che ogni persona diventa più responsabile, e comincia a prendere visione di non essere solo un burattino, ma comprende invece di essere un tassello fondamentale per lo sviluppo aziendale; è parte di un gruppo, dove viene motivato e diretto da un bravo (si spera) Leader.

E così se la mentalità scende ed i problemi salgono ecco creato lo scontro perfetto, il momento di confronto in cui tutto si può, e si deve risolvere…

" E' arrivato il momento del miglioramento continuo! "

— Fadini Alessandro, Temporary Manager