'Avete mai discusso con un collega che ha una visione diversa dalla vostra?'

Adoro quando mentalità e problemi si scontrano.

È una situazione delicata perché non c’è alcun dubbio che nessuno dei due abbia torto o ragione. Ognuno ha la propria visione, ma di sicuro solo una delle due mentalità si rispecchia nella mentalità aziendale. Dobbiamo distaccarci dal concetto di giusto e sbagliato per affrontare più da vicino il tema del “coerente o non coerente”.

Mi è capitato ad esempio di confrontarmi con un nostro responsabile circa la difficoltà oggettiva creata dalla nostra spinta flessibilità aziendale, la quale sicuramente in certi casi, complica la quotidianità del reparto produttivo.

Non esiste più il "giusto o sbagliato".

L’ inizio di una riunione di questo tipo non parte mai con il dubbio che la flessibilità sia “sbagliata” perché la mentalità Tecnocurve è da definizione una visione dinamica e flessibile. Questo concetto è già passato attraverso la condivisione con la linea dei Responsabili.

Così facendo è evidente che il tema della discussione non è ‘Non possiamo fare a meno della flessibilità?’ ma diventerà invece ‘Come possiamo risolvere i problemi causati dalla flessibilità?!’. Oggettivamente è tutta un’ altra riunione.

Da un momento di scontro si passa ad un momento di condivisione di un problema. Se gli interpreti sono coesi (da qui l’ importanza del team-building), si passerà inevitabilmente ad un momento di miglioramento collettivo.

" Non fate mai la guerra a nessuno, perché ogni battaglia ha la sua vittima. "

Fadini Alessandro, Temporary Manager

Quello che ho sempre consigliato è di definire prima chi e cosa siamo. Dobbiamo poi chiarire che non si può modificare la mentalità aziendale, perché è essa stessa la base dell’ impresa. Se l’impresa ha successo è di per sé una mentalità vincente. Essa perciò non va mai messa in discussione, se non dall’ imprenditore stesso.

Riunioni aziendali

Ognuno ha il suo punto di vista

Durante riunioni di questo tipo capita perciò spesso di avere opinioni contrastanti, derivanti da punti di vista che per forza di cosa non possono essere identici. Capita ancora più spesso se alla riunione debbano prendere parte i colleghi possibilmente influenzati da qualsiasi decisione venga presa durante l’ incontro. Tante teste, ognuna con l’ aspettativa di poter portare il proprio contributo.

Ho sempre considerato la condivisione un grande punto a favore di imprenditori capaci. Se da un lato la mentalità aziendale preme per dire la propria, è assolutamente vitale dare ascoltare e saper ascoltare tutti, lasciando da parte pregiudizi e false verità.

E’ così che in casa Tecnocurve siamo abituati a creare il Miglioramento Continuo.